Categorie
Filippo Neri . ThinkActVote.info

idea per Napoli: startup tecnologiche contestualizzate per impiegare bene il recovery fund della UE

Startup tecnologica – Startup tecnologica applicata al turismo – Startup tecnologica applicata all’e-commerce.
Tre tematiche semplici ma efficaci per proporre una visione di citta’ innovativa, per promuovere Napoli in Italia e all’estero e per rilanciare l’economia innovativa rendendola sempre piu’ attrattiva per i giovani Napoletani emigrati al Nord o all’estero. Un bell’investimento di fiducia dopo la crisi del coronavirus impiegando bene i miliardi di euro del Recovery Fund stanziato dalla UE per l’Italia.

Partiamo dal problema
Gli attuali modelli di innovazione e strutture di accelerazione/incubatori non funzionano. Inutile girarci attorno: se dopo un certo numero di anni di attivita’ non ci sono startup innovative di successo, la responsabilita’ è in buona parte dei dirigenti di queste strutture. Strutture pensate piu’ per fare marketing, vendere i loro servizi di consulenza (o altro) piuttosto che per offrire una reale sostegno alle nascenti startup.

La soluzione proposta
Trasformare Napoli in un centro dell’innovazione applicata italiana rendendolo un ecosistema dove le startup tecnologiche italiane vogliono venire per innovare l’economia locale e nazionale!
Il punto chiave è promuovere investimenti a fondo perduto nelle startup in fase iniziale prima degli utili senza (altro punto fondamentale) dare un euro agli incubatori sul territorio o agli investitori istituzionali (finti fondi di investimento italiani).

In cambio la Regione Campania potrebbe acquisire una opzione call a tre anni per entrare al 5% nel capitale della startup al prezzo di mercato.

I fondi pubblici vanno dati tutti e solo alla startup. Sara’ poi l’imprenditore-startupper a decidere come spenderli come meglio ritiene opportuno.
I bandi pubblici che finanziano i ‘parassiti’ del mondo startup italiano (acceleratori e fondi di investimento) sono la ragione per cui le startup in Italia non si riescono a sviluppare.

Ti interessa un’altra idea per Napoli su come impiegare il Recovery Fund? La trovi qui.

Cosa ne pensi? Rispondero’ ai commenti piu’ ragionati ed interessanti!